L’omeopatia: cosa è?


L’ omeopatia è nata nella seconda metà del 1800 dalla mente del medico tedesco, Samuel Hahnemann che coniò il nome  per la sua nuova ” teoria ” fondendo insieme due parole di derivazione greca ossia ” homois ” che significa simile e ” pathos  ” che intende il dolore fisico provato dall’uomo.

Anche l’omeopatia, come la fitoterapia e l’agopuntura, è una tipologia di medicina alternativa in quanto propone una strada diversa per la cura del paziente, infatti   Hahnemann affermava  ” Similia similibus curant “, che tradotto dal latino significa ” I simili si curano con i simili “. Questo concetto noto come il principio di similitudine del farmaco poichè il rimedio per curare l’ammalato consiste in quella sostanza che nell’individuo sano scatenerebbe gli stessi sintomi riscontrati nel paziente ammalato.

La medicina omeopatica e la tecnica dell’agopuntura convergono nella concezione del corpo umano come un insieme di tanti sistemi di organi , i la cui mancanza di omeostasi, comporta l’insorgenza della malattia; in particolar modo secondo il padre dell’ omeopatia esiste una ” forza vitale ” che permette il giusto svolgimento delle funzioni vegetative e mentali dell’individuo. Il miasma, o malattia, consiste nello squilibrio creatosi e nella mancanza di rispondere in modo adeguato alle stimolazioni provenienti sull’ambiente esterno; in conclusione la differenza tra il farmaco omeopatico e quello della medicina tradizionale sta nel fatto che il rimedio omeopatico ha come fine ultimo quello di ricondurre  l’organismo  al punto iniziale, ripristinando la forza vitale , eliminando la condizione di miasma  e stimolando direttamente il nostro sistema immunitario a rispondere all’agente biologico batterico o virale che ha determinato lo squilibrio.  L’omeopatia è differente dalla fitoterapia anche se possono sembrare simili : la fitoterapia fa uso di alti dosaggi di estratti di piante invece l’omeopatia, fa uso di estratti di origine minerale o vegetale ma in dose molto minori.

Il farmaco omeopatico può essere estratto sia dalle piante o da alcuni minerali ed in seguito a processi specifici elaborati e diventare il principio attivo per la terapia di cura. I prodotti omeopatici possono essere acquistati in farmacia, parafarmacia e in erboristeria e sono presenti nelle stesse forme di un tradizionale farmaco: come pillola, soluzione da ingerire o compresse. E’ buona norma, prima di assumere farmaci omeopatici, consultare il proprio medico di base o il consiglio del farmacista di fiducia. A tutt’oggi, non sono stati pubblicati nè resi noti importanti studi sperimentali che confermano l’importanza e l’efficacia dell’omeopatia che è paragonata  al pari di un effetto placebo.

Importante è sottolineare che la  medicina alternativa omeopatica potrebbe aiutare il paziente nella cura di patologie di lieve entità o di quelle psicosomatiche ma non sortisce alcun effetto su gravi malattie come polmonite, epatite o neoplasie perciò il consiglio è sempre quello di consultare il proprio medico curante se si sospetta di avere particolari sintomi patologici

Speak Your Mind

Tell us what you're thinking...
and oh, if you want a pic to show with your comment, go get a gravatar!