Come funziona una seduta di agopuntura?


La tecnica dell’agopuntura è riconosciuta dalla legge italiana come un atto medico, pertanto, deve essere eseguita da un medico chirurgo, laureato  Italia. Nella prima parte della seduta, il medico effettuerà l’anamnesi del paziente, che consiste nella raccolta dei dati anagrafici, e di tutti i dettagli sulla patologia attuale ed eventuali malattie pregresse del paziente per cui ha optato per la metodica dell’agopuntura. Di norma, il medico agopuntore utilizza dai 5 fino ad un massimo di 12 aghi a seduta per una durata complessiva di circa 50 – 60 minuti . L’ago usato per praticare l’agopuntura presenta una definita struttura composta da un corpo e una zona finale che permette l’inserimento manuale.

Secondo questa tecnica, il corpo è suddiviso in 12 “perorsi ” definiti meridiani dove vi scorre l’energia vitale chiamata Qi; ognuno di questi raggiunge il proprio organo definito “Zang fu “. Questi 12 canali sono suddivisi ulteriormente in 6 canali Yin e 6 canali Yang che irrorano gli arti inferiori e superiore:i 3 canali yin provenienti dai polmoni, pericardio e cuore raggiungono la porzione anteriore del braccio e mano corrispondente. I 3 canali yang della mano, che sono la confluenza dei canali in arrivo da intestino crasso, cuore e intestino tenue, raggiungono la faccia esterna del braccio corriispondente. I tre canali yang del piede, provenienti dallo stomaco, cistifellea e vescica, partono dalla regione del volto, compreso l’occhio e discendono  lungo la faccia esterna della gamba, verso il piede. I tre canali yin del piede, in arrivo dalla milza, fegato e reni, cominciano dal piede e raggiungono la faccia interna della gamba. Alla base dell’agopuntura vi è un principio di fisica: la porzione dell’ago inserito nella cute è molto più calda di quella esposta all’ambiente esterno; perciò viene a determinarsi in questo modo una differenza di temperatura dalla zona più calda alla parte più fredda in modo che dopo un lasso di tempo di raggiunga un equilibrio per cui non c’è più passaggio di calore. Il Qi percorre il corpo attraverso due vie, distinte in interna ed esterna: la prima è quella più profonda che si addentra negli organi mentre la seconda è molto superficiale. I punti dove vengono inseriti gli aghi sono molto particolari perchè, in quei punti, si rileva una bassa conducibilità elettrica nonostante la presenza di una grande quantità di terminazioni nervose. La malattia insorge a seguito di un blocco del passaggio o per un’ostruzione del percorso seguito dal Qi che determina uno squilibrio funzionale dell’intero corpo umano; l’agopuntura serve proprio a decongestionare il blocco permettendo la ripresa della normale  funzione corporea.

Speak Your Mind

Tell us what you're thinking...
and oh, if you want a pic to show with your comment, go get a gravatar!